Estate in campo! Tornano i campi e laboratori antimafia 2017

Estate in campo! Tornano i campi e laboratori antimafia 2017

4 maggio

Tornano anche quest’anno i campi e i laboratori antimafia promossi da Arci, Cgil, Spi Cgil, Flai Cgil, Rete degli studenti medi e Unione degli universitari.

Dal 2004 lo Spi Cgil partecipa ai Campi e ai Laboratori della legalità promossi da Arci e da Libera nei terreni e nei beni confiscati alle mafie.

E’ il nostro impegno insieme a quello di tanti ragazzi e ragazze per sostenere le cooperative di giovani e le realtà produttive che rappresentano una risposta concreta e una alternativa culturale alla mafiosità e alla criminalità organizzata.

Con la nostra partecipazione ai campi e ai laboratori intendiamo proseguire sulla strada indicata da Pio la Torre e di tutte quelle donne e uomini che non sono rimasti indifferenti davanti allo strapotere mafioso.

Occorre dunque, come scritto da Pio la Torre, spezzare il legame esistente tra il bene posseduto ed i gruppi mafiosi intaccandone il potere economico e marcando il confine tra l’economia legale e quella illegale.

DIPARTIMENTO
politiche sociali e di genere

Al via mobilitazione dei pensionati, il 1 giugno manifestazione a Roma

Tre grandi assemblee per il prossimo 9 maggio a Padova, Roma e Napoli e una manifestazione nazionale il 1° giugno in piazza del Popolo a Roma. I Sindacati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil annunciano l'avvio della mobilitazione dei pensionati per protestare contro la totale mancanza di attenzione nei …
→ Continua la lettura

Al via mobilitazione dei pensionati, il 1 giugno manifestazione a Roma

Pensione di cittadinanza: ecco perché la riceveranno in pochi

L’Inps aveva ipotizzato che ad accedere alla pensione di cittadinanza sarebbero state 250 mila famiglie, il Ministro del lavoro Luigi Di Maio ne aveva annunciate 500 mila: non sarà così, saranno molte meno. I paletti per accedere all’integrazione sono molto più rigidi di quelli propagandati e sostan…
→ Continua la lettura

Pensione di cittadinanza: ecco perché la riceveranno in pochi