Inaccettabile ridurre o revocare le prestazioni a persone malate e disabili per ottenere incentivi

11 ottobre

“Condividendo la presa di posizione da parte dell'Ordine dei medici chiediamo all’INPS che chiarisca immediatamente quanto scritto nel suo piano performance. Sarebbe infatti inaccettabile ridurre o addirittura revocare prestazioni a persone malate o disabili per ottenere incentivi.”

E’ questa la presa di posizione dei Sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil e di quelli dei pensionati Spi, Fnp e Uilp.
“Si tratta - concludono le organizzazioni sindacali - non solo di una ovvia violazione del codice deontologico dei medici, ma di un vero e proprio accanimento nei confronti di persone in condizioni di difficoltà e fragilità.”

DIPARTIMENTO
organizzazione

DIPARTIMENTO
socio sanitario

Sempre più a rischio l’assistenza per gli anziani di domani

Cresce il numero di anziani bisognosi di cure, ma diminuisce il numero dei caregiver famigliari, soprattutto le donne. Gli anziani del futuro avranno pensioni più basse e questo inciderà sul mercato privato di cura. Una situazione che potrà compromettere seriamente il futuro dell’assistenza domi…
→ Continua la lettura

Sempre più a rischio l’assistenza per gli anziani di domani

Accornero e “Le radici del lavoro che cambia"

In tempi di lavoro liquido, in cui unica certezza è l’incertezza in cui versano milioni di lavoratori che sull’attuale modello possono fondare ben poco della loro vita, al contrario di quanto invece accadeva nei decenni passati, la recente scomparsa di Aris Accornero priva tutti di una guida vera. Una …
→ Continua la lettura

Accornero e “Le radici del lavoro che cambia"