Sulla rotta balcanica al fianco dei migranti

Sulla rotta balcanica al fianco dei migranti

8 giugno

Tredici Sindacati dei pensionati di dieci paesi dell'area dei Balcani e dell'est Europa si sono dati appuntamento il 7 giugno a Obrezje/Bregana, al confine tra Slovenia e Croazia, per la manifestazione "Oltre i confini. Contro i muri e i fili spinati. Per un'Europa giusta e solidale".

L'iniziativa fa seguito a quelle già organizzate nei mesi scorsi dallo Spi-Cgil al Brennero con i Sindacati austriaci, a Ventimiglia con quelli francesi e a Noto con quelli tunisini.

Al confine sloveno-croato i pensionati hanno sfilato simbolicamente accanto ai reticolati di filo spinato per chiedere ancora una volta che l'Europa sia un luogo di accoglienza, di solidarietà e aperto a quei migranti che scappano dalla guerra, dalla fame e dalla povertà.

Al termine della manifestazione tutti i rappresentanti dei tredici Sindacati hanno sottoscritto un appello comune.

"Lungo la rotta balcanica - si legge nell'appello - ondate di disperati fuggono dalla guerra e da condizioni di vita miserabili. A tutto ciò non possiamo rispondere con il filo spinato. Chiediamo che i Governi ratifichino la Convenzione Internazionale per la Protezione dei Diritti di tutti i Lavoratori Migranti e dei Membri delle loro Famiglie e le analoghe Convenzioni dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro".

Dalla manifestazione è arrivato il commento del Segretario generale dello Spi-Cgil Ivan Pedretti, affidato al suo profilo Facebook: "Con gli amici e i compagni di tredici sindacati dei pensionati di dieci paesi per ribadire che vogliamo un'Europa aperta, libera e accogliente. Contro le barriere e il filo spinato l'unità del Sindacato è la risposta migliore".

Alla giornata non hanno potuto partecipare i Sindacati del Kosovo, fermati e bloccati alla frontiera dalla polizia slovena a dimostrazione del clima di tensione e intolleranza che si respira oggi ai confini dell'Europa.

DIPARTIMENTO
diritti e benessere

Pensione di cittadinanza: ecco perché la riceveranno in pochi

L’Inps aveva ipotizzato che ad accedere alla pensione di cittadinanza sarebbero state 250 mila famiglie, il Ministro del lavoro Luigi Di Maio ne aveva annunciate 500 mila: non sarà così, saranno molte meno. I paletti per accedere all’integrazione sono molto più rigidi di quelli propagandati e sostan…
→ Continua la lettura

Pensione di cittadinanza: ecco perché la riceveranno in pochi

Ciao Tina, staffetta partigiana

Ci ha lasciati oggi Tina Costa. Classe 1925 e antifascista fin dalla nascita. Coraggiosa staffetta partigiana ha rischiato la propria vita per consegnare borse, aiuti e viveri ai combattenti della Linea Gotica. Tina ha portato avanti con straordinario impegno la sua militanza politica e…
→ Continua la lettura

Ciao Tina, staffetta partigiana