Violenze nelle case di riposo. Lo Spi parte civile nel processo

Violenze nelle case di riposo. Lo Spi parte civile nel processo

3 febbraio

Quando si tratta di violenza e abusi, sappiamo da che parte stare. Lo Spi si è costituito parte civile nel processo contro i lavoratori della casa di riposo parmense “Villa Matilde”, accusati di maltrattamento fisico e psicologico di anziani, percosse, abbandono. Da ora in poi migliaia di anziani indifesi vittime di abusi ospitati negli ospizi lager, spesso nemmeno assistiti dai familiari, potranno chiedere giustizia e contare sul nostro aiuto.

Un centinaio gli abusi perpetrati nell’arco di tre mesi tra il 2015 e il 2016. Tutti documentati dalle telecamere installate dai carabinieri. Le violenze erano quotidiane. Il processo contro i 7 operatori imputati si è chiuso con il patteggiamento delle pene da 20 a 24 mesi. Ma sono tante, troppe, le case di riposo in Italia in cui gli anziani vengono maltrattati e umiliati. I Nas hanno denunciato 114 casi di maltrattamento, 68 di abbandono di incapaci e via a seguire, tra farmaci scaduti, falsi medici e infermieri, lesioni personali e 16 casi di sequestro di persona.

Per lo Spi non ci sono dubbi: “bisogna stare dalla parte delle vittime, sempre, e non certo da quella di quei lavoratori che si sono macchiati di crimini tanto ignobili”, ha dichiarato il segretario generale Ivan Pedretti.

Lo Spi è pronto a chiedere giustizia per chi da solo non può farlo.

Leggi l’articolo de La Stampa
Leggi l'articolo di LiberEtà

DIPARTIMENTO
socio sanitario

DIPARTIMENTO
diritti e benessere

Al via mobilitazione dei pensionati, il 1 giugno manifestazione a Roma

Tre grandi assemblee per il prossimo 9 maggio a Padova, Roma e Napoli e una manifestazione nazionale il 1° giugno in piazza San Giovanni a Roma. I Sindacati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil annunciano l'avvio della mobilitazione dei pensionati per protestare contro la totale mancanza di attenzione nei …
→ Continua la lettura

Al via mobilitazione dei pensionati, il 1 giugno manifestazione a Roma

Pensione di cittadinanza: ecco perché la riceveranno in pochi

L’Inps aveva ipotizzato che ad accedere alla pensione di cittadinanza sarebbero state 250 mila famiglie, il Ministro del lavoro Luigi Di Maio ne aveva annunciate 500 mila: non sarà così, saranno molte meno. I paletti per accedere all’integrazione sono molto più rigidi di quelli propagandati e sostan…
→ Continua la lettura

Pensione di cittadinanza: ecco perché la riceveranno in pochi